Vinonews24
Vino Lombardia, nel 2023 327 milioni export (+3,1% su 2022). Investimenti in AI e ricerca per migliorare produzione. Decolla biologico.

Vini lombardi: export +3,1% grazie anche a AI e nuove tecnologie

di redazione | 27 Giugno 2024

Nel 2023 nuovo massimo storico a 327 milioni per le esportazioni di vini lombardi (+3,1% sul 2022). Investimenti in AI e ricerca per migliorare la qualità delle produzioni. Decolla il biologico.

La viticoltura lombarda ha toccato nel 2023 il massimo storico a livello di export con 327 milioni, segnando un +3,1% sul 2022, in controtendenza rispetto al -0,8% nazionale (elaborazione del Centro studi di Unioncamere Lombardia su dati Istat). Risultati migliori in Germania (+6%), Francia (+14%) e Spagna (+8,2%)

Un obiettivo raggiunto anche grazie agli investimenti in nuove tecnologie, intelligenza artificiale e ricerca scientifica per migliorare ulteriormente la qualità delle produzioni, anche in termini di sostenibilità ambientale, e rispondere alle sfide poste dai cambiamenti climatici. Un lavoro in rete che ha coinvolto istituzioni, mondo dell’impresa, università e enti di ricerca.

I vini di Lombardia – commenta il presidente della Regione Attilio Fontanasono i migliori testimoni del saper fare delle nostre aziende e puntano sempre di più su un’offerta orientata alla qualità, come confermato anche nell’ultima vendemmia, che vede l’89% della produzione riconducibile alle 5 Docg, 21 Doc e 15 Igt lombarde, contro una media nazionale del 77%. Questo anche grazie all’impegno in ricerca e innovazione che Regione Lombardia sostiene con risorse ad hoc destinate a tutto il comparto agricolo. Risorse grazie alle quali la Lombardia, il cui straordinario patrimonio vitivinicolo è espressione di terroir e territori molto diversi tra loro, caratterizzati dalla presenza di montagne, colline, pianura, fiumi e laghi, è all’avanguardia nell’impiego di nuove tecnologie e di soluzioni volte a coniugare sostenibilità e qualità”.

Queste vanno dall’utilizzo dell’intelligenza artificiale per monitorare l’andamento della maturazione delle uve in vigna, con sensori che rilevano grado zuccherino e acidità, all’impiego di droni per valutare la situazione nelle singole parcelle. Dalla microirrigazione delle viti all’utilizzo delle immagini satellitari per valutare la qualità delle uve ancor prima della vendemmia. Dallo studio dei vitigni resistenti ai funghi, con il monitoraggio del loro comportamento con l’obiettivo di definire i protocolli di vinificazione più adatti alle diverse varietà, alla sperimentazione di pratiche sostenibili per rafforzare la resilienza climatica in vigneto.

L’ultima vendemmia in Lombardia ha visto l’89% della produzione riconducibile alle 5 Docg, 21 Doc e 15 Igt lombarde, contro una media nazionale del 77%
le denominazioni dei vini lombardi

Nell’ultimo decennio in Lombardia, inoltre, la superficie a vite da vino coltivata a biologico è più che quadruplicata, passando dai 941 ettari del 2012 ai 4.231 del 2022, pari al 18% della superficie vitata regionale. Numeri che si traducono non solo in termini positivi di fatturato, ma anche di occupazione.

Negli ultimi dieci anni l’occupazione nel settore ha mantenuto un trend in crescita arrivando a 6.381 addetti nel 2023 – sottolinea il presidente di Unioncamere Lombardia, Gian Domenico AuricchioInoltre la Lombardia è capofila in Italia quando si guarda all’adozione di nuove tecnologie e ricerca per migliorare la qualità delle produzioni, ridurre l’impronta carbonica e ottimizzare l’utilizzo delle risorse. La vitivinicoltura è uno degli ambiti in cui le sinergie tra mondo delle imprese, istituzioni e università trovano la loro massima espressione”.

Lo sviluppo del settore vinicolo è sempre stato caratterizzato dall’equilibrio tra tradizione e innovazione – evidenzia Arturo Ziliani, vicepresidente del Consorzio FranciacortaNel contesto attuale, l’adozione delle pratiche sostenibili e l’integrazione delle nuove tecnologie in agronomia ed enologia sono fondamentali per garantire la qualità del nostro prodotto. Il Consorzio Franciacorta, che vanta uno dei disciplinari produttivi più rigidi al mondo, si impegna a promuovere queste pratiche, rispettando l’ambiente e offrendo ai consumatori vini che rappresentano al meglio il territorio e la sua evoluzione“.

@2024 - The News 24 Associazione Culturale - Località Le Stiacce 1 - 58044 Cinigiano (GR) - Italia - P. IVA IT01712420536
info@vinonews24.it
magnifiercrosschevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram