Vinonews24
In occasione dell'International Rosé Day, la redazione di Vinonews24 suggerisce 12 etichette da scoprire per brindare all'estate.

International Rosé Day, 13 etichette da scoprire

di redazione | 27 Giugno 2024

In occasione dell'International Rosé Day, la redazione di Vinonews24 suggerisce 13 etichette da scoprire per brindare all'estate.

Gli amanti del Rosè di tutto il mondo si stanno preparando per la data fatidica: quest’anno l’International Rosé Day si celebra il 28 giugno.

Una tradizione che coinvolge soprattutto i wine lovers francesi, paese che conta il numero maggiore di produttori e fruitori di Rosè; ma il vino rosato, in tutte le sue sfumature, sta conquistando anno dopo anno anche i consumatori e i produttori italiani.

Da nord a sud dello stivale si contano sempre più varietà di Rosè nelle cantine, sulle tavole dei ristoranti e su quelle delle famiglie, alcune anche Made in Italy, da quelle più leggere della Valle D’Aosta alle più corpose del Salento, attraversando un po’ tutte le regioni.

Ecco 13 etichette da scoprire, suggerite dalla redazione di Vinonews24, con cui brindare al giorno più rosa dell’anno e iniziare con leggerezza l’estate.

Daniele Becchi

Tenuta delle Ripalte – Costa toscana Igt rosato 2023

Un rosato che riporta ai tratti tipici dell’aleatico e della sua terra di elezione, l’Isola d’Elba. L’assaggio rivela una chiara impronta di rosa, che ben si sposa alla sua natura mediterranea, sostenuta da note di rosmarino e ginestra. Una lunga linea acida segna l’intero sorso, dal finale pulito. Un rosato vigoroso, buono come aperitivo e accompagnamento di pietanze di mare mediamente impegnative.

rosato_fattoria_delle_ripalte

Gian Omar Bison

Borgoluce – Rosariflesso Spumante Rosè Extra Brut

Il colore è rosa tenue e il perlage fine e persistente. Il naso è piuttosto intenso e complesso con note di mirtilli, ribes, fragola e frutta a polpa bianca; note balsamiche e di erbe aromatiche. Il palato è secco, fresco e salato. Equilibrato, fine, armonico, di buona persistenza. È un vino da aperitivo con insaccati, salumi, verdure pastellate, paste alle verdure e ragù di corte, carni bianche alla piastra e griglia.

Federica Borasio

Beni di Batasiolo – Micò Piemonte Rosato

Da uve nebbiolo e barbera, un rosé di colore rosa brillante, con decise note di fiori e frutti rossi. In bocca è corrispondente, con un sapore fresco e morbido segnato da un’ acidità ben dosata che attraversa il palato incontrando la frutta, amarene e lamponi su tutti, con una chiusura persistente e minerale.

Beni di Batasiolo - Micò Piemonte Rosato

Antonio Cimmino

Fattoria Le Pupille – RosaMati 2023 Maremma Doc

Già all’inizio degli anni 2000, a Fattoria Le Pupille si intuiva il potenziale straordinario del syrah in Maremma. Così, nel 2007, Elisabetta Geppetti, anticipando la creazione del suo iconico Le Pupille, si lasciò ispirare dai grandi rosati del sud della Francia per imbottigliare per la prima volta RosaMati. Il nome evoca il ricordo affettuoso della madre di Fredi, suocero e mentore di Elisabetta, una donna profondamente legata alla Maremma e prima in famiglia a credere nelle potenzialità di questo territorio. Con l’annata 2023 si fregia della denominazione Maremma Doc, sottolineando ancor più l’appartenenza al territorio e segnando un’evoluzione stilistica verso una maggiore espressione locale.

Questo rosato si distingue per una struttura e una complessità aromatica notevoli, favorite da un’annata caratterizzata da buona piovosità e temperature miti. Nel calice si presenta con un elegante rosa antico, luminoso e raffinato. All’olfatto, il vino apre con fini note floreali e aromi di frutta rossa, mentre la macchia mediterranea emerge prepotente sopra delicate sfumature speziate. Il carattere salmastro conferisce dinamismo e vibrante freschezza, accompagnato da un tannino suadente e raffinato che dona eleganza gustativa. Il finale lungo e succoso invita a una beva non solo estiva, che si presta a essere apprezzata tutto l’anno, confermando RosaMati come un rosato di grande personalità e charme.

Fattoria Le Pupille_RosaMati 2023_Bottle

Giorgia Cococcioni e Stefano Parisi

Bianchini Rossetti 1880 – Campania IGP Rosato 2022

Si sale su fino a 250 metri sul livello del mare, sulla collina di San Paolo, tra filari pettinati e vigneti composti, e ci si ritrova nel cuore del paese, a Casale di Carinola (CE), dove ha sede la cantina Bianchini Rossetti 1880. Il rosato di aglianico, prodotto solo in 4mila bottiglie, è espressione del territorio e della passione di chi si impegna in un duro lavoro da 4 generazioni. Nel bicchiere un colore rosa cipria, molto luminoso, al naso è intenso e delicato, fruttato e floreale, minerale e balsamico: evidente l’odore di pompelmo, di fiori di ginestra e di erbe come l’origano e la mentuccia. All’assaggio colpisce per la struttura elegante e delicata nello stesso tempo, e per la sua freschezza e sapidità. In bocca non manca di morbidezza, e il sorso dà un ritorno di sentori di macchia mediterranea e di erbe aromatiche. Si avverte la sensazione salmastra, gradevole e leggera, e si apprezza l’avvolgente morbidezza e la persistenza lunga e piacevole.

Bianchini Rossetti 1880 - Campania IGP Rosato 2022

Stefania Fava

Cantele – Rohesia Negramaro rosato Puglia Igp

Teresa Manara ed il marito Giovanni Battista Cantele sono i protagonisti di un’affascinante storia che porta alla nascita della cantina Cantele. Rohesia ci accoglie con un colore rosa intenso cerasuolo con una intrigante luminosità. Al naso sprigiona note intense e persistenti di frutta rossa, soprattutto fragola, ciliegia e lampone, poi rosa e viola, con un tocco finale quasi impercettibile di agrumato, mentre nel finale spicca un forte rimando minerale. Al sorso coinvolge il palato con la sua rotondità e eleganza, sapido e persistente il finale per un risultato complessivo armonico.

cantele_rohesia_rosato

Andrea Guolo

Feudi di San Gregorio – San Greg Campania Rosato Igt

Il rosé è il vino dell’estate, della spiaggia, dei party più vibranti. Complementare alla bollicina, a cui non sottrae spazio perché va ad assecondare il gusto di chi non le ama e sceglie un fermo bello già alla vista, ma anche particolarmente adatto all’abbinamento con piatti di pesce e crostacei. Non sorprendono, pertanto, gli investimenti in atto tra i brand dell’Italian wine e tra questi spicca l’esempio di Feudi di San Gregorio, che al vino rosa ha dedicato non solo un’etichetta ma un vero e proprio brand come San Greg, da uve Aglianico, fresco e fruttato come ci si aspetta da un rosé che nasce tra le alte colline irpine.

feudi_San-Greg

Giambattista Marchetto

Mora&Memo – è, Isola dei Nuraghi Igt

Frutto del felice incontro tra due uve del territorio sardo – cannonau e monica – provenienti da un vigneto di trent’anni, questo rosé porta nel calice una piacevolissima freschezza e una sapidità che richiama la vicinanza del mare. Il colore delicato viene dal breve contatto con le bucce e tra naso e bocca si incrociano piccoli frutti rossi, macchia mediterranea e note di vento marino. Sorseggiato fresco, non basta mai e la bottiglia finisce all’aperitivo ben prima di raggiungere piatti di mare o crostacei per i quali sarebbe una benedizione.

mora e memo_è rosé

Lucia Immacolata Migliaccio

Tenuta Cerulli Spinozzi – Gruè Cerasuolo d’Abruzzo Doc

Il Cerasuolo d’Abruzzo è un vino rosso o un rosato? Nella disputa di valutazioni, il Gruè di Cerulli Spinozzi è un cerasuolo lavorato con piglio da rosato e ci piace. Il naso è floreale con un frutto rosso polposo, tra ciliegia e more di gelso, ma la ricchezza olfattiva ritorna in bocca con una pulizia elegante, piccoli frutti rossi croccanti tra ribes e malograno. Si beve tutto d’un fiato, estivo con piglio abruzzese di montagna.

cerulli spinozzi Cerasuolo-Gruè

Elena Morganti

Steiger Kalena – Torre-Kalena, Vino Rosato 2021

Aglianico, montepulciano e una piccola parte di tintilia, vinificate e poi affinate in tonneau per circa 14 mesi, prima di riposare in bottiglia per altri 4-6. Non capita tutti i giorni un rosato con il carattere di Torre-Kalena. Al naso tè nero, rabarbaro, pepe rosa, per un palato compatto, uniforme e strutturato, dalla bellissima acidità, che regala sensazioni di ribes e rosa canina, unite a tanto sale. Il finale chiude floreale. Un sorso davvero bello.

Torre-Kalena-Rose

Olindo Rampin

Cimba Rosato Toscano Igt

È la freschezza minerale la cifra stilistica di questo rosato da sangiovese, malvasia nera e canaiolo. La presenza di un terreno ricco di fossili allunga infatti il sorso di un vino che è altrettanto ricco nel frutto. Una bevuta agile, eppure non banale.

podere_pellicciano_cimba

Carlo Spagnolo

Silvia Zucchi – Lambrusco di Sorbara Doc Rosé

Dalla nuova generazione di Cantina Zucchi, arriva questo Lambrusco di Sorbara dal colore rosa intenso, prodotto con un metodo Charmat lungo di 5 settimane. Il bouquet regala chicchi di melograno e bacche di rosa canina. Al palato una freschezza asprigna, come di fragoline appena colte, che tornano anche in retronasale, la bolla è delicata e asciugata in chiusura da un tannino appena percettibile. Un sorso disinvolto, semplicemente piacevole, di quelli che non ti stancheresti mai di bere, soprattutto in estate.

Silvia Zucchi - Lambrusco di Sorbara Doc Rosé

Eugenia Torelli

Monial – Lux Aeterna, Champagne Brut Rosé

Dal Cellier aux Moines di Combé-le-Secs, antica dependance dell’abbazia cistercense di Clairvaux, arrivano gli Champagne Monial. Siamo in Côte des Bar e nel caso di Lux Aeterna parliamo di pinot noir. Al naso polvere pirica, rabarbaro, fragole essiccate. Un sorsata di freschezza dalle sapidità mai eccessive, con un lieve dosaggio che non guasta, anzi, bilancia una bevuta golosa e strutturata, magistralmente chiusa da un appena percettibile apporto tannico.

vinonews24_RoséDay2024_Monial_Lux_Aeterna

Antonio Tosi

Terradonnà – Sysa Toscana Rosato

Unico rosato aziendale, per questa azienda do Suvereto che ha scelto di puntare sulle caratterische di syrah, sangiovese e merlot per regalare un calice di colore rosa tenue, con bouquet ricco di agrumi, frutti rossi e leggerissime spezie che si ritrova al palato. Un sorso piacevole e fruttato, che sul finale incontra una annunciata sapidità che si prolunga ingentilendo l’assaggio nel suo complesso.

Terradonnà - Sysa Toscana Rosato

@2024 - The News 24 Associazione Culturale - Località Le Stiacce 1 - 58044 Cinigiano (GR) - Italia - P. IVA IT01712420536
info@vinonews24.it
magnifiercrosschevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram