Vinonews24
marilisa_allegrini_gruppo_Famiglia

Nasce il gruppo Marilisa Allegrini, progetto di famiglia

di Giambattista Marchetto | 10 Aprile 2024

L’imprenditrice della Valpolicella ancora una volta ci mette la faccia per “scrivere una storia nuova”. Riunite sotto un unico cappello le tenute Villa della Torre a Fumane, Poggio Al Tesoro a Bolgheri e San Polo a Montalcino. Le figlie Carlotta e Caterina vicepresidenti così come il compagno Giancarlo Mastella.

Difficile pensare che Marilisa Allegrini abbandonasse il nome di famiglia all’altro pezzo di famiglia – gli eredi dei fratelli Franco e Walter – rinunciando al profondo radicamento che questo ha nel mondo del vino. E così – pur cercando di ragionare sempre al plurale, mettendo in primo piano le due figlie Carlotta e Caterina assieme al loro padre Giancarlo Mastella, la nuova realtà che nasce dal riassetto delle proprietà vitivinicole storicamente unite sotto quel nome divenuto illustre porterà il suo stesso nome.

Una scelta che essenzialmente affonda le radici nella storia stessa di Marilisa Allegrini, prima donna del vino italiana in copertina sulla rivista americana Wine Spectator (nel 2017) e nominata Cavaliere del Lavoro nel 2020. Perché senza dubbio ci ha messo la faccia nei suoi quarant’anni di esperienza e nello sviluppo della sua visione imprenditoriale, che l’ha portata alla guida del gruppo in un percorso di crescita nei numeri – da 200 milioni di lire fino ai 30 milioni di euro del 2023 – e delle proprietà tra Valpolicella e Toscana.

Marilisa_Allegrini_gruppo_marilisa
Marilisa Allegrini

IL NUOVO GRUPPO DI FAMIGLIA

Oggi, dopo la “spartizione” che ha visto gli altri rami della famiglia prender le redini delle aziende Allegrini e Corte Giara in Valpolicella, Marilisa presenta assieme alle figlie e al compagno Giancarlo il nuovo progetto imperniato sulle tre tenute Villa della Torre a Fumane, Poggio Al Tesoro a Bolgheri, San Polo a Montalcino. Tre estates, ma un unico Gruppo di famiglia che nel nome Marilisa Allegrini trova identità e riconoscibilità, tanto da esser già di fatto un brand internazionale.

Presento con orgoglio ed emozione questa realtà – ha detto l’imprenditrice all’annuncio ufficiale – che vedrà tutta la nostra famiglia impegnata giorno dopo giorno nel dare continuità e valore alla nostra storia di produttori e di imprenditori profondamente innamorati del territorio e della cultura italiana. In questo gruppo sono racchiusi un insieme di valori e di risorse: la famiglia, i territori di grande vocazione, l’amore per l’arte, l’attenzione alla sostenibilità ambientale, il privilegio dell’esperienza nel saper leggere l’evoluzione dei mercati. L’obiettivo è continuare a salvaguardare e migliorare l’arte della produzione vinicola, rispettando la tradizione e abbracciando l’innovazione, come mi ha insegnato mio papà. Farlo insieme alle mie figlie, con il loro sguardo rivolto al futuro e la loro energia, è un sogno che si avvera”.

Marilisa_Allegrini_gruppo_Logo
il marchio del nuovo gruppo Marilisa Allegrini

NUOVA STORIA, NUOVI PROGETTI

La storia di Marilisa Allegrini – che del nuovo gruppo è presidente e amministratore delegato – continua quindi e anzi evolve con un capitolo molto al femminile, grazie alla presenza fondamentale e fondante delle due figlie Carlotta e Caterina. “Siamo felici di poter iniziare una nuova storia, senza perdere il valore del percorso già alle nostre spalle”, hanno dichiarato all’unisono.

Sotto il nuovo brand corporate vanno a convivere i tre marchi delle tenute, fortemente volute da Marilisa Allegrini.

Villa della Torre, dimora cinquecentesca nel comune di Fumane e un importante monumento del Rinascimento, acquisita nel 2008 e successivamente restaurata e vocata all’hospitality di lusso, è l’headquarters del Gruppo. L’azienda vitivinicola si estende su 25 ettari (15 in Valpolicella e 10 in Lugana).

La tenuta bolgherese Poggio Al Tesoro, fondata ex novo nel 2001, è oggi una delle più grandi per estensione della denominazione con 100 ettari di cui 64 vitati.

San Polo in località Podernovi a Montalcino, acquisita nel 2007, si estende su 22 ettari complessivi, 16 vitati, di cui 8 atti alla produzione di Brunello.

Il fatturato aggregato del gruppo supera di poco i 10 milioni di euro, con export in 62 paesi al mondo. “Se guardiamo al prossimo quinquennio e consideriamo tutte le progettualità inerenti anche l’hospitality in Toscana, prevediamo di raddoppiare il nostro fatturato”, annuncia già la battagliera signora Allegrini.

A partire dall’incremento della produzione. Le 840mila bottiglie prodotte sono ripartite attualmente tra Poggio al Tesoro con 550mila, San Polo con 250mila e Villa Della Torre con 40mila, ma quest’ultimo dato subirà un notevole incremento. “Grazie all’acquisizione totale del vigneto che circonda Villa della Torre e all’aggiunta di ulteriori vigneti che entreranno in produzione già quest’anno, arriveremo a produrre 200mila bottiglie”, annuncia Allegrini.

Il nuovo marchio sarà presente sulle etichette dei vini Villa Della Torre a partire da Amarone 2020, Valpolicella 2021 e Lugana 2022. La firma di Marilisa Allegrini, già presente sulle bottiglie di Poggio Al Tesoro, caratterizzerà anche quelle di San Polo.

Tenuta Villa Della Torre

UNA SQUADRA IN CONTINUITÀ

Ad affiancare Marilisa Allegrini ci saranno, in qualità di vicepresidenti, le figlie Carlotta e Caterina (rispettivamente brand ambassador e direttrice marketing e comunicazione) e il compagno Giancarlo Mastella, anche lui vicepresidente e già direttore di Villa Della Torre.

La squadra operativa, che verrà ulteriormente allargata, si compone di Vittorina Caceffo e Marrico Toni per il coordinamento generale, di Saverio De Luca come direttore commerciale estero e Michele Susini direttore commerciale Italia. A loro si affianca Robin Shay, export manager per il mercato americano.

È confermata inoltre la scelta di avere in squadra tre enologi: Tobia Cenzato per Villa della Torre, Riccardo Fratton per San Polo e Christian Coco per Poggio al Tesoro, supportati per le aziende toscane dall’esperienza di Luca D’Attoma.

La distribuzione italiana dei vini di Villa della Torre resta in carico a Pellegrini Distribuzione mentre quella dei vini toscani verrà gestita internamente. Per l’estero, dove il Gruppo vuole ampliare la propria presenza espandendosi in tutti i mercati più attrattivi, è stata siglata un’alleanza con Edoardo Freddi International.

Il gruppo Marilisa Allegrini farà il suo debutto ufficiale a Vinitaly 2024.

 

@2024 - The News 24 Associazione Culturale - Località Le Stiacce 1 - 58044 Cinigiano (GR) - Italia - P. IVA IT01712420536
info@vinonews24.it
magnifiercrosschevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram