Vinonews24
cerbaiona Cantina

La visione di Matthew per Cerbaiona

di Stefania Fava | 3 Aprile 2024

Californiano innamorato dell’Italia, Matthew Lawrence Fioretti ha portato nel podere a Montalcino passione e unicità. Tra garagismo e petit château, le etichette sono distribuite da Pellegrini.

Matthew Lawrence Fioretti ha radunato nel 2015 un gruppo di investitori per poter acquistare questo storico podere a Montalcino – precedentemente appartenuta a Diego Molinari – guidando poi l’azienda e occupandosi principalmente dei vigneti e dei vini.

Con l’annata 1981, Cerbaiona si solidifica come un riferimento molto importante per il Brunello di Montalcino, acquisendo sempre più fama a livello anche internazionale. Oggi le etichette dell’azienda montalcinese sono nell’importante portafoglio di Pellegrini SpA.

Cerbaiona Matthew Lawrence Fioretti
Matthew Lawrence Fioretti, anima di Cerbaiona

MATTHEW E LA SUA VISIONE

Matthew arriva dalla California, precisamente da Palo Alto, con la passione del vino già come importante bagaglio acquisito.

Il nonno italiano e un sentimento per l’Italia (non solo parentale ma anche culturale) lo spingono a varcare i confini e a trasferirsi in Toscana, dove affronta importanti esperienze lavorative in aziende vitivinicole di alto livello.

Poi nel 2015 il grande passo, ovvero l’acquisizione di Cerbaiona. Un podere pieno di storia e di fascino, incastonato tra il monte Amiata e Pienza, vive nel silenzio di un territorio molto vocato, con terreni preziosi, a 400 metri sul livello del mare.

DA INVESTITORE A VITICOLTORE

Per Fioretti, Cerbaiona è comunque lontana dalla perfezione che lui immaginava e una volta al comando, sente il bisogno di dare una svolta trasformando la viticultura e la prassi enologica della storica azienda, con un approccio non comune a un produttore di vino, orgoglioso del suo lavoro ma al tempo stesso schivo perché concentrato esclusivamente sul suo modo di fare vino, facendosi influenzare da concetti filosofici neo classici a lui cari, dove l’idea di grazia a armonia si combina con una quieta grandiosità, lontano da frivolezze e leggerezze.

vigneti Cerbaiona
i vigneti di Cerbaiona

A Cerbaiona non c’è la possibilità di fare visite per esterni, non si vende vino direttamente, non esiste un pos…c’è la concentrazione e il sentimento interiore di Matthew nel produrre il suo vino, che concettualizza la sua azienda come una bottega o meglio un atelier francese che raccoglie l’intento e la visione del maestro: in bottega c’è la semplice artigianalità dove il vino può essere autentico e piacevole, ma solo nell’atelier può diventare fine e raffinato per rappresentare la purezza della materia prima, l’uva.

Un microsistema di alto controllo dove il lavoro viene osservato dall’interno e improntato verso una incessante ricerca di miglioramento.

Il vino non può essere troppo caro e solo un prodotto di lusso perché rischierebbe di diventare un’espressione di arroganza che non fa parte della sua natura”, racconta Matthew con chiara determinazione.

VINI FORGIATI DALLA PASSIONE

Matthew forgia due etichette: Cerbaiona che primeggia con il Brunello e M.L. Fioretti, il cui vino è il frutto di altri vigneti ai quali ha voluto dare una etichetta distinta, con il proprio nome.

In parte garagiste e in parte petit château, la produzione di M.L. Fioretti nasce all’interno di Cerbaiona nel 2018 con il primo vino Casiglia Igt.

Con la vendemmia 2021 arrivano San Vito (100% merlot), Santinovo (80% cabernet franc e 20% cabernet sauvignon) e Collalto (80% merlot e 20% sangiovese).

cerbaiona vasche cemento
vasche in cemento nella cantina di Cerbaiona

APPUNTI DI DEGUSTAZIONE

Brunello di Montalcino Docg 2019

Colore amaliante, rosso rubino luminoso e scarico. Decisamente intenso all’olfatto con profumi estremamente puliti e nitidi, sprigiona note di rosa, ciliegia matura, sottobosco e rimandi alla terra, si susseguono poi sentori mentolati, di cioccolato e leggero tabacco finale. Entra sottilissimo e costante grazie anche ad una espressione tannica egregia che accompagna verso un finale lunghissimo e armonico.

Cerbaiona_Brunello_2016

M.L. Fioretti San Vito 2021 Toscana Igt (Podere Albiano Siena)

Uvaggio: 100% merlot

Rosso inchiostro profondo con sfumature porpora luminose. Attacco potente di frutta nera al naso, ciliegia, lampone e prugna, poi note vegetali, macchia mediterranea e chiusura di eucalipto. Sorso morbido e setoso ma comunque di buona freschezza, non invadente, sapido e lungo.

Cerbaiona_SAN_VITO_2021

M.L. Fioretti Santinovo 2021 Toscana IGT (Podere Borgo Santinovo Colle Val d’Elsa)

Uvaggio: 70% cabernet franc 30% cabernet sauvignon

Rubino profondo con sprazzi di luce color porpora. Al naso sprigiona eleganza, con note di mora e ciliegia mature, mentre delicate note di vaniglia accompagnano verso uno sbuffo finale balsamico. Palato intenso e di corpo, mantiene una garbata freschezza accompagnata da un tannino nobile e ben fatto per un finale persistente e gradevole.

Cerbaiona_SANTINOVO_2021

@2024 - The News 24 Associazione Culturale - Località Le Stiacce 1 - 58044 Cinigiano (GR) - Italia - P. IVA IT01712420536
info@vinonews24.it
magnifiercrosschevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram