Vinonews24
Sánchez, segretario generale Ceev, e Barker, dg OIV, a Bruxelles a presentazione Vinitaly, ribadiscono importanza socio-economica vino.

Vino europeo vale 130 miliardi, Vinitaly finestra sul mondo

di redazione | 21 Marzo 2024

Ignacio Sánchez, segretario generale Ceev, e John Barker, dg OIV, presenti a Bruxelles alla presentazione del 56esimo Vinitaly, ribadiscono l’importanza socio-economica del vino nello scacchiere mondiale.

Secondo un’indagine realizzata da CEEV (Comitato Europeo delle Aziende Vinicole) con PwC, il vino europeo vale 130 miliardi di euro, con un contributo fiscale di 52 miliardi l’anno e 3 milioni di addetti.

Un settore strategico per l’economia mondiale in cui la produzione italiana gioca un ruolo di fondamentale importanza, che va sostenuto e su cui è necessario continuare a investire.

È quanto ha ribadito il segretario generale Ceev Ignacio Sánchez intervenuto al Parlamento Europeo di Bruxelles alla presentazione della 56esima edizione di Vinitaly, in programma a Veronafiere dal 14 al 17 aprile.

L’ultima legislatura in Ue è stata una sorta di montagne russe anche per il vino, con il Covid, la guerra e l’inflazione – dichiara SánchezMa l’Ue ci ha aiutato, per questo siamo qua, assieme a Vinitaly, per rappresentare ai decisori dell’Europarlamento l’importanza e il valore del vino italiano ed europeo”.

Un concetto ribadito anche dal presidente di Veronafiere Federico Bricolo, presente a Bruxelles: “Per la prima volta portiamo la conferenza stampa di presentazione di Vinitaly fuori dai confini italiani. Di fronte a una congiuntura difficile per il vino, a partire dalla pressione delle istanze salutistiche a livello internazionale, passando per i cambiamenti dei modelli di consumo, fino alle sfide poste dai mutamenti climatici, oggi siamo qui al Parlamento europeo, dove si decidono le sorti del mondo del vino e della viticoltura, assieme ai rappresentanti del comparto, per ribadire il fondamentale valore socio-economico che questo settore esprime nei nostri territori e nelle nostre comunità”.

Oltre che sull’importanza strategica nello scacchiere economico mondiale, il vino ha come freccia al suo arco anche una valenza culturale che va sfruttata per affrontare la complessa congiuntura attuale: “In un contesto generale caratterizzato da una crescente complessità è difficile identificare tendenze di lungo termine – sostiene il dg di OIV (Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino) John Barker, ospite della presentazione all’Europarlamento – Rileviamo un eccesso di produzione e al contempo una evoluzione dei trend di consumo, con declinazioni diverse a seconda dei prodotti, delle regioni e dei mercati. Per questo è importante non solo saper innovare l’offerta ma anche far conoscere la valenza culturale che contraddistingue i nostri vini”.

Oggi più che mai spingiamo l’acceleratore sull’internazionalizzazione – evidenzia invece Maurizio Danese, ad di Veronafiere –, il motore che ci consente di realizzare opportunità di business concrete per le imprese italiane fuori dai confini nazionali. Attraverso il presidio diretto dei mercati esteri riusciamo da un lato a intercettare l’evoluzione dei consumatori, dall’altro a garantire il posizionamento del nostro vino non solo come bene di consumo ma come prodotto culturale”.

@2024 - The News 24 Associazione Culturale - Località Le Stiacce 1 - 58044 Cinigiano (GR) - Italia - P. IVA IT01712420536
info@vinonews24.it
magnifiercrosschevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram