Vinonews24
A Milano Simply the Best, a Padova Fiera nazionale del vino, in Trentino il Vino Santo, a Firenze inaugurazione 75° Accademia Vite e Vino.

Agenda del vino, a Milano le cantine più acclamate dalla critica

di redazione | 21 Marzo 2024

Tra i prossimi eventi, a Milano Simply the Best con le cantine più votate dagli esperti, a Padova la Fiera nazionale del vino, in Trentino si celebra il Vino Santo, il 26 marzo parte il viaggio delle agavi messicane.

Lunedì 25 marzo, alla sala Polene del Museo Leonardo da Vinci di Milano, torna Simply the best, il wine tasting firmato Civiltà del bere nato nel 2016 e che quest’anno ospita oltre 60 produttori vitivinicoli tra quelli più votati dalla critica di settore.

Le aziende ospiti rappresentano i vertici dell’enologia italiana: tutte le cantine selezionate hanno ricevuto una medaglia d’oro o un premio speciale all’edizione 2023 di WOW! The Italian Wine Competition, oppure il punteggio più alto, come i Quattro Tralci di Ais Vitae o i Tre Bicchieri del Gambero Rosso, su almeno tre fra le principali guide enologiche italiane 2024 (Ais Vitae, Bibenda, DoctorWine, Gambero Rosso, Slow Wine e Veronelli).

I wine lovers potranno accedere alla degustazione di tutti i vini in catalogo, proposti ai banchi d’assaggio direttamente dalle aziende produttrici, mentre per i sommelier e i professionisti sono in programma incontri con operatori del mondo enoico.

La kermesse prevede anche due masterclass dedicate al Rinascimento del vino italiano, un viaggio nel calice che attraversa gli ultimi cinquant’anni in compagnia dei bianchi e dei rossi che hanno segnato la storia della nostra enologia.

A Padova dal 22 al 24 marzo gli amanti del buon vino avranno l’opportunità di immergersi nel mondo dell’enologia italiana con la Fiera Nazionale del Vino.

Un’occasione per scoprire e degustare alcuni dei migliori vini provenienti da tutta Italia, da quelli tradizionali a quelli innovativi.

Oltre alle degustazioni di più di 350 etichette, sarà possibile partecipare gratuitamente a masterclass dedicate a varie espressioni enologiche del Belpaese, con un focus sui prodotti di Sicilia e Sardegna.

All’auditorium della Camera di Commercio di Firenze il 22 marzo riparte l’attività 2024 dell’Accademia Italiana della Vite e del Vino, che inaugura il 75esimo anno accademico alla presenza di Lamberto Frescobaldi, presidente di Unione Italiana Vini.

L’Accademia riunisce circa 600 tra studiosi, imprenditori e divulgatori del settore e tra i propri membri annovera docenti universitari, alcuni dei maggiori ricercatori italiani in campo vitivinicolo oltre ai titolari di alcune delle più importanti imprese del settore.

Sempre a Firenze, mercoledì 27 marzo sarà una serata dedicata alla degustazione e all’avvicinamento al vino con la degustazione di tre Chardonnay toscani al Riva Kitchen.

I vini saranno accompagnati dai piatti creati dallo chef Michele Berlendis.

La serata, organizzata dall’associazione VinoPeople, farà provare il Tavoleto della Cantina Campotondo di Campiglia d‘Orcia, il Sovente di Fattoria Poggio Capponi di Montespertoli e il Molino delle Balze prodotto da Rocca di Castagnoli a Gaiole in Chianti.

Il 26 marzo parte invece il tour delle agavi di Compagnia dei Caraibi, un viaggio in dieci locali d’Italia fino al 11 novembre dedicato all’esplorazione degli spirits, delle tradizioni e della way of life messicana.

In degustazione Vecindad, Ocho, Aprendiz, Yuu Baal, Sotol Coyote, Sotoleros, Rancho Tepua, Pox, Sierra Norte e le loro etichette di tequila, mezcal, raicilla, bacanora, sotol, lechuguilla, pox, whisky messicano, gintol.

A guidare questo viaggio, Francesco Pirineo che il Messico delle agavi lo ha vissuto e scoperto al fianco di Tomas Estes.

Un viaggio nel tempo è invece quello che propone il 30 marzo a Padergone (TN) Casa Caveau del Vino Santo, a pochi passi dal Lago di Toblino: una full immersion nella produzione di questa particolare eccellenza, conosciuta anche come “passito dei passiti”
enotrekking nei territori del Nosiola

Un viaggio nel tempo è invece quello che propone il 30 marzo a Padergone (TN) Casa Caveau del Vino Santo, a pochi passi dal Lago di Toblino: una full immersion nella produzione di questa particolare eccellenza, conosciuta anche come “passito dei passiti” che, proprio grazie alla variabile del tempo, raggiunge la sua massima espressione qualitativa.

Questo vino segue il più lungo processo di appassimento al mondo, con le uve Nosiola raccolte sul finire dell’estate e pigiate proprio durante la settimana Santa, dopo aver riposato per oltre sei mesi sui graticci chiamati àrele.

Un lento appassimento naturale possibile grazie alla ventilazione costante di Peler e Ora, venti provenienti rispettivamente dalle Dolomiti e dal lago di Garda, in cui si sviluppa la botrytis cinerea, muffa nobile che aumenta la concentrazione degli zuccheri conferendo agli acini profumi e sapori inconfondibili.

Casa Caveau del Vino Santo nasce proprio con l’intento di celebrare la storia – e quindi il tempo – di questo vino attraverso un percorso narrativo allestito all’ex fruttaio Rigotti.

Ad aprire idealmente il calendario della stagione, sabato 30 marzo, nell’ambito della manifestazione DiVinNosiola, il “caveau” proporrà un’esperienza tra storia e territorio attraverso un enotrekking nelle zone di produzione a cui seguirà il rito dell’aspersione, tradizione popolare laica in cui gli occhi vengono bagnati con gocce di Nosiola come gesto benaugurante per la stagione agricola in partenza, anticipando il momento di degustazione finale a base di Nosiola e prodotti gastronomici locali.

A seguire, un percorso interattivo multisensoriale che coinvolge suoni, immagini, gusto e profumi per approfondire la conoscenza del Vino Santo.

@2024 - The News 24 Associazione Culturale - Località Le Stiacce 1 - 58044 Cinigiano (GR) - Italia - P. IVA IT01712420536
info@vinonews24.it
magnifiercrosschevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram