Vinonews24
Dopo le tensioni, assemblea associati FIVI ha ricomposto situazione, approvato bilancio e delineato obiettivi. Nominati i nuovi consiglieri.

FIVI, torna il sereno. Approvato bilancio 2023 e delineati obiettivi

di redazione | 29 Febbraio 2024

Dopo le tensioni delle ultime settimane, l’assemblea degli associati di FIVI ha ricomposto la situazione, approvato il bilancio 2023 e delineato gli obiettivi futuri. Nominati i nuovi consiglieri.

Torna il sereno all’interno di FIVI. Dopo le tensioni delle ultime settimane, culminate con le dimissioni di quattro consiglieri e la rinuncia da parte dei sostituti, l’assemblea dei vignaioli indipendenti tenutasi a Bologna è stata occasione per ricomporre gli equilibri attraverso un confronto tra le parti e per delineare strategie e obiettivi futuri.

Oltre all’approvazione del rendiconto finanziario 2023 e del bilancio previsionale per l’anno in corso, sono stati nominati i nuovi consiglieri che andranno a occupare i posti vacanti: Andrea Annino (vignaiolo in Sicilia), Gianluca Morino (vignaiolo in Piemonte), Desirèe Pascon Bellese (vignaiola in Veneto).

La nostra è una associazione solida, che cresce senza snaturare sé stessa. Dobbiamo essere sempre più in grado di affrontare le inevitabili pluralità di opinioni, senza che queste debbano diventare occasione di scontro o, peggio ancora, di divisione. L’esito dell’Assemblea di oggi dimostra che FIVI è coesa, pur nella sua diversità, e che ha gli strumenti e la maturità per crescere senza snaturare se stessa”, dichiara il presidente di FIVI Lorenzo Cesconi, che ha confermato il trend di crescita degli iscritti, aumentati nel 2023 di circa il 10% per un totale che sfiora quota 1.700.

L’assemblea ha permesso anche di fare il punto sulle principali istanze politiche portate avanti dalla federazione nell’ultimo anno, tra cui il traguardo raggiunto in sede europea relativo alle Tecniche di Evoluzione Assistita (TEA). Con la votazione in sessione plenaria del 7 febbraio scorso, il Parlamento europeo ha infatti confermato il divieto di utilizzo delle TEA in agricoltura biologica e ha inoltre approvato un importante emendamento che introduce l’obbligo di etichettatura sia per le piante che per i prodotti contenenti TEA, richieste presentate da parte dei vignaioli indipendenti durante diverse fasi di lavoro.

Sul fronte nazionale, a seguito del dossier sulla manutenzione del territorio presentato all’assemblea di novembre, FIVI ha lanciato lo scorso 5 febbraio, attraverso una raccolta firme online, la campagna Vignaioli Custodi del Territorio a sostegno del disegno di legge sul riconoscimento dell’agricoltore come custode del territorio e per sollecitarne la rapida attuazione a livello regionale.

Il disegno di legge, approvato in tempi record alla Camera, ha avuto anche l’ultimo “sì” in Senato lo scorso 21 febbraio.

La palla passa ora ai consigli regionali, che dovrebbero adottare il testo nazionale attraverso un processo partecipativo di tutti gli attori del mondo agricolo, in modo che la figura dell’agricoltore custode del territorio non rimanga solo un’enunciazione formale ma possa realizzarsi concretamente.

Sarà fondamentale garantire modalità operative che non scoraggino l’iniziativa degli agricoltori, e percorsi di formazione per avere un quadro di intervento coerente sul territorio”, ricorda Cesconi.

Gli iscritti FIVI sono aumentati nel 2023 di circa il 10% per un totale che sfiora quota 1.700.
l’assemblrea FIVI di Bologna (ph Michele Purin)

FIVI si è inoltre impegnata in priuma battuta nel chiedere al governo la reintroduzione dell’esenzione dell’Irpef agricola, una misura che giova al settore in un momento delicato, a fronte del calo dei consumi e dell’aumento dei costi di produzione.

Continua anche l’attenzione sul tema vino e salute, con l’obiettivo di promuovere l’educazione a un consumo consapevole e combattere l’abuso: “non si può appiattire il vino alla sola molecola alcol, e il consumo di vino solo a modelli problematici” ricorda Cesconi.

Il bilancio, infine, testimonia il lavoro portato avanti da FIVI sia sul fronte politico-sindacale sia su quello di comunicazione e promozione dei propri valori, attraverso progetti editoriali e l’impegno a fianco di scuole e università, con l’erogazione di borse di studio.

 

@2024 - The News 24 Associazione Culturale - Località Le Stiacce 1 - 58044 Cinigiano (GR) - Italia - P. IVA IT01712420536
info@vinonews24.it
magnifiercrosschevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram