Vinonews24
Le Mesnile e Ma Vie en Rose, i nuovi Champagne di Alberto Massucco

Le Mesnil e Ma Vie en Rose, Alberto Massucco firma due nuovi champagne

di Elena Morganti | 10 Gennaio 2024

Cresce l’offerta del brand Alberto Massucco: il primo produttore italiano a fare champagne da propri vigneti lancia Le Mesnil 2018 e Ma Vie en Rose, frutto di cinque anni di lavorazione.

Uno Chardonnay in purezza, prodotto con uve provenienti dal villaggio Grand Cru di Le Mesnil sur Oger, vendemmia 2018, e un Rosé d’assemblage, realizzato con il Pinot Noir di Bouzy e l’aggiunta di un 10% di “vin rouge” di Ambonnay, sempre villaggi Grand Cru. Sono Le Mesnil 2018 e Ma Vie en Rose, le ultime due creazioni di Alberto Massucco Champagne, brand italiano che incontra la tradizione francese in una gamma di champagne che cresce in qualità e offerta anno dopo anno.

L’azienda piemontese di Castellamonte (To), creata nel 2018 da Alberto Massucco, primo produttore italiano a fare champagne da propri vigneti, lancia due novità frutto di cinque anni di raccolta, lavorazione, affinamento in cantina e passione. “Le Mesnil 2018 nasce dalla mia passione per lo Chardonnay e dall’amore degli italiani per Le Mesnil – racconta Alberto MassuccoIl 2018 è per la Champagne una grande annata: esattamente come il 2008 e il 2012 ci ha regalato uve di particolare qualità, con grappoli perfetti e ricchi, di una maturità straordinaria. La piccola produzione di questo villaggio Grand Cru ha dato vita ad un numero limitato di bottiglie che rappresenta per me un piccolo gioiello, capace di magnificare le occasioni speciali”.

Alberto Massucco, primo italiano a produrre champagne da propri vigneti
Alberto Massucco, primo italiano a produrre champagne da propri vigneti

Ma Vie en Rose è invece il “primo” Rosé firmato Massucco, pensato anche per conquistare chi solitamente non beve questo tipo di vino. Un rosé d’assemblage, realizzato con il pinot noir di Bouzy e l’aggiunta di un 10% di vin rouge di Ambonnay.

Le due nuove referenze si aggiungono a una gamma più ampia di champagne, che comprende AMC 00 (50% Chardonnay, 30% Pinot Noir, 20% Meunier), champagne “d’ingresso” della Maison; AMC 02 (50% Chardonnay, 30% Pinot Noir, 20% Meunier); Alberto Millesimato 2018 (100% Chardonnay), prodotto con uve provenienti da due villaggi Grand Cru della Côte des Blancs (Avize 90% e Oger 10%), vendemmia 2018, fermentate in fût e lasciate riposare sui lieviti 3 anni; Mirede (100% Chardonnay), un omaggio di Alberto a sua moglie Mirede, frutto di uve Grand Cru di Mesnil (30%) e Oger (30%) della vendemmia 2020, fermentate per circa un terzo in barrique, più quelle (30%) del vigneto di proprietà oltre a un ulteriore 10% di vins de réserve  del 2017,  2018  e 2019; Mon Idée de Cramant (100% Chardonnay), una produzione limitata (500 bottiglie numerate a mano), realizzata con uve provenienti dal solo villaggio Grand Cru di Cramant.

Ma Vie En Rose, il primo Champagne rosé di Alberto Massucco, presentato assieme al brut nature Le Mesnil
Ma Vie En Rose, il primo Champagne rosé di Alberto Massucco, presentato assieme al brut nature Le Mesnil

NOTE DI DEGUSTAZIONE

L’assaggio delle due nuove etichette di Alberto Massucco Champagne, Le Mesnil e Ma Vie En Rose, accanto a due referenze già presenti nella proposta aziendale, AMC 00 e AMC 02.

Le Mesnil, Champagne Blanc de Blancs Grand Cru 2018

Uvaggio: 100% chardonnay
Vinificazione e affinamento: fermentazione alcolica naturalme in fut e malolattica. Dopo il tiraggio lo champagne riposa per 3 anni sui lieviti senza filtrazione e, dopo il dégorgement, viene dosato a 2 g/l.

Bolla paffuta, naso di agrume e crosta di pane che emergono tra sbuffi di vaniglia. Al palato la freschezza si unisce a una bolla pungente, per un sorso citrino e salato, con un finale dalla speziatura pepata che richiama gli affinamenti in legno.

AMC Le Mesnil

Ma Vie En Rose, Champagne Grand Cru 2018

Uvaggio: 90% pinot noir, 10% vin rouge
Vinificazione e affinamento: fermentazione delle uve in fut, malolattica e nessuna filtrazione. Riposo sui lieviti per 3 anni e mezzo e dosaggio pari a 0 g/l

Bolla fine in un calice di un rosa caldo e aranciato. Il naso è di frutto rosso e dolce, lampone, ciliegia e anche rabarbaro, una punta di zenzero. Al palato il sorso è polposo e appagante, tra bollicine decise, che prima pungono e poi solleticano. Sferzata acida e una chiusura che lascia ricordi di frutto.

AMC Ma Vie En Rose

AMC 00, Champagne 2018

Uvaggio: 50% chardonnay, 30% pinot noir, 20% pinot meunier
Vinificazione e affinamento: fermentazione delle uve in cuvée e successivo blend con un 40% di vini di riserva conservati in botti di legno. Riposo sui lieviti per 5 anni e nessun dosaggio. Sboccatura 2022.

Perlage fine e un bouquet seducente, tra sbuffi di crosta di pane, miele di tiglio, crema al limone e un tocco marino e una punta di zenzero, che fa da trait-d-union con una certa piccantezza al palato. Riempie la bocca con una bolla cremosa, freschezza e una sensazione umami che invoglia a un nuovo sorso.

AMC 00

AMC 02, Champagne

Uvaggio: 50% chardonnay, 30% pinot noir, 20% pinot meunier
Vinificazione e affinamento: fermentazione delle uve in cuvée e successivo blend con un 40% di vini di riserva conservati in botti di legno. Riposo sui lieviti per 5 anni e dosaggio a 2 g/l. Sboccatura 2022.

Si apre al naso con un bouquet di dolcezze, tra il caramello salato e il frutto tropicale, note di pasticceria e un velo di balsamicità. Il sorso è voluttuoso e orientato verso le morbidezze, tra ricordi di affinamento, sapidità e un ricordo di torta al miele sul finale.

AMC 02

@2024 - The News 24 Associazione Culturale - Località Le Stiacce 1 - 58044 Cinigiano (GR) - Italia - P. IVA IT01712420536
info@vinonews24.it
magnifiercrosschevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram