Vinonews24

Il vignaiolo e il campione. Umberto Cesari ha accolto in azienda “l’immarcabile” Erling Haaland

di Andrea Guolo | 1 Dicembre 2022

“The man-child”, il bomber norvegese considerato il più forte giocatore del momento, ha visitato l'azienda di Castel San Pietro Terme. Nel suo tour bolognese anche una cena al Diana e un pranzo all'Osteria del Mirasole.

In campo è implacabile (e immarcabile), ma al di fuori degli stadi Erling Haaland, soprannominato “The man-child”, è uno che si gode la vita. Il centravanti del Manchester City, considerato da molti esperti come il più forte giocatore di calcio del momento a livello mondiale, ha scelto Bologna per trascorrere qualche giorno di vacanza: la Premier League è ferma causa mondiale in Qatar (per il quale la Norvegia, nazionale di Haaland, non si è qualificata, come del resto anche l’Italia) e lui ha preparato un itinerario fatto di arte, shopping, cibo e buon vino. Partiamo da quest’ultimo.

LA FOTO CON GIANMARIA CESARI

La punta del Manchester City ha puntato dritto sulle cantine di Umberto Cesari, portabandiera storico del vino di qualità in provincia di Bologna (versante romagnolo, siamo già in terra di Sangiovese) e a testimoniarlo è la foto scattata con Gianmaria Cesari, proprietario dell’azienda fondata dal padre Umberto e dalla madre Giuliana. L’immagine è stata quindi pubblicata sul profilo Instagram dell’azienda, tra le cui etichette top compaiono Resultum (100% Sangiovese), Tauleto (blend con 90% Sangiovese e 10% di uva Longanesi) e l’innovativo Merlese, nato da uno studio condotto da Cesari con l’Università di Bologna il cui risultato è un nuovo vitigno che riunisce le caratteristiche di Merlot e Sangiovese. La foto è accompagnata da una didascalia scarna e in inglese: “Happy to have you with us @erling.haaland”

TAGLIATELLE E GRAMIGNA IN CENTRO A BOLOGNA

Dopo il vino, la cucina della “Grassa”. Haaland ha deciso di andare sul sicuro e sulla tradizione: la sua scelta è ricaduta sul Diana di via Volturno, dove ha prenotato un tavolo per 8 persone e ha ordinato tagliatelle alla bolognese, gramigna alla salsiccia e tortelloni. A seguire gli arrosti del Diana, serviti al carrello, e in chiusura un gelato di crema con cioccolata calda. Nel suo giro della provincia bolognese, il campione norvegese è stato avvistato anche a San Giovanni in Persiceto e anche qui, nella Bassa emiliana, Haaland ha scelto un posto che è garanzia di qualità: l’Osteria del Mirasole di Franco Cimini, che per due anni consecutivi ha vinto il titolo di miglior trattoria d’Italia secondo la guida online 50 Top Italy.

@2024 - The News 24 Associazione Culturale - Località Le Stiacce 1 - 58044 Cinigiano (GR) - Italia - P. IVA IT01712420536
info@vinonews24.it
magnifiercrosschevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram